Bruno Orlandoni

 

ATLANTIS

Visioni architettoniche

 

06/12-13/01-2018

L’esposizione, curata dalla stessa Associazione Culturale, vede le fotografie di Bruno Orlandoni protagoniste di un percorso di studi e riflessioni dell’artista sulle forme astratte generate dal rapporto tra la luce e il movimento.

Sorprendentemente, sono proprio i fasci luminosi fissati dall’obiettivo fotografico a rappresentare gli elementi costruttivi, i tasselli e i mattoni delle città fantastiche e delle utopie da lui stesso ideate.

 

Bruno Orlandoni, architetto, storico dell’arte e fotografo, ha approfondito i suoi studi sulla storia dell’arte e dell’architettura valdostana di cui vanta numerose pubblicazioni e non è di certo sconosciuto al pubblico torinese e piemontese in quanto già protagonista, come curatore e autore, di esposizioni di successo.

 

Se la presente personale è stata già anticipata nel 2013 da un intervento all’Università di Nancy in occasione del Colloquio internazionale Le geste et la traceper in cui l’artista ha presentato gli inizi delle sue riflessioni, inedito è il plastico affiancato alle fotografie, realizzato da Maurizio Bracco e Marilena De Biase proprio per questa occasione e rappresentante una delle città ideate da Bruno Orlandoni.

Le eleganti sale dell’Associazione sono un’ideale location nella quale esporre e proporre questo confronto, passando dalla mimesi della terza dimensione, presente nelle fotografie, alla rappresentazione materiale del modellino

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Galfer20 Associazione Culturale