Galferissima Parade

 

 

 

17/06/2021 - 09/07/2021

La ripartenza delle attività dell’Associazione Culturale Galfer20 coincide con un anniversario speciale, i cinque anni dalla sua fondazione. Per festeggiare questa ricorrenza non esisteva modo migliore che organizzare una collettiva con le opere degli artisti che dal 2016 hanno contribuito a mantenere viva l’Associazione, accanto ad una selezione di quelli che saranno i nuovi protagonisti degli eventi futuri.


Dodici gli artisti protagonisti, le cui opere sono poste in dialogo fra loro per stimolare suggestivi spunti artistici.

Il fine che l’Associazione Galfer20 persegue a partire dalla sua nascita, cioè creare un’integrazione fra Arte e Architettura, con una specifica attenzione al contesto urbano che ci circonda, è eloquentemente rappresentato dalle opere di Gianni Bergamin, poste a confronto con la Street-Photography del biellese Stefano Ceretti. Le materiche Mareggiate di Mario Giammarinaro sollecitano l’attenzione sui temi ambientali; gli oggetti di design di Angelo Lussiana, realizzati con una particolare tecnica di elaborazione del cartone, si connettono all’idea di recupero e di riciclo, un tema alla quale si riallaccia anche Laurette Bono le cui opere, eseguite con frammenti in vetro, sottolineano il potere di rinascita infinita di questo materiale. Gianfranco Galizio è presente con uno dei suoi Anonimi percorsi, una visione solo in apparenza inanimata.

I vortici gestuali di Rosa Bosco catturano e coinvolgono gli osservatori, che possono divertirsi di fronte dalle spiazzanti macrofotografie di Marco Giammarinaro. Sono invece nuovi protagonisti di Galfer20 il giovane fotografo Andrea Bianchi, capace di immortalare con un calibrato bianco e nero spettacolari paesaggi della Valsesia e luoghi inusuali, ed Enrico Porro, che impreziosisce con un raffinato effetto damascato gli sfondi a monocromo sui quali sono delineate le sue protagoniste femminili. Anche Guido Mannini è alla sua prima esposizione nei locali di Galfer20, dove presenta uno dei suoi smalti astratti montati su intelaiature rotonde. Conclude la rassegna Filiberto Crosa, le cui opere ci regalano emozioni con i loro colori vivaci e con i piccoli oggetti disposti sulla tela che ci lanciano spunti di riflessione.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Galfer20 Associazione Culturale